Scuola MTB


 

Qual è lo sport che i genitori vogliono far fare ai figli? E il più adatto ? E il più completo?

Certo sono tutte domande legittime. Quando abbiamo portato avanti il progetto dell’associazione e della scuola federale di mtb e ciclismo fuoristrada, abbiamo redatto un questionario al quale molti genitori, alcuni dei quali con inaspettato entusiasmo, hanno risposto. Il progetto quindi ha preso forma anche grazie a queste informazioni, oltre che sulle linee guida del protocollo FCI per l’insegnamento alle categorie giovanili.

Un momento delle nostre lezioni al campo scuola di Porretta Terme

Ma la bicicletta agli occhi del bambino (ma non solo ai loro!) è soprattutto un giocattolo, per alcuni il più ambito e fedele, il mezzo col quale si comincia ad esplorare il mondo ed a capire come funziona il proprio corpo in movimento.

La mtb si differenzia dalla pratica del ciclismo su strada perché richiede maggiori capacità tecniche e di coordinazione ed è praticata prevalentemente in mezzo alla natura.

Inoltre essendo uno sport relativamente giovane, in italia dalla fine degli anni ’80, ha sofferto del fatto che quasi tutti i bikers in attività, compresi noi maestri, hanno iniziato non da piccoli ed hanno imparato provando e sbagliando. Forse possiamo delineare un paragone con lo sci: entrambi gli sport hanno aspetti tecnici che vanno insegnati. Nessuno si sognerebbe di far partire i propri figli da in cima ad una discesa senza prima aver fatto qualche lezione. Ciò è un fatto acquisito perché le scuole di sci sono un’istituzione riconosciuta;

Allora perché andare a scuola di mtb? 

Perché si pratica all’aria aperta e lontano dal traffico,

Perché migliora la confidenza e quindi la sicurezza con la bici,

Perché è divertente!

È completo: anche la parte superiore del corpo è attivata, sviluppa forza, resistenza e coordinazione.

Educa alla lotta all’inquinamento e sensibilizza al trasporto sostenibile.

È uno sport individuale ma viene sempre insegnato in gruppo ed insegna a socializzare.

Grazie alle affinità con gli altri mezzi a due ruote (motorini e scooter) prepara alla guida e a reagire a situazione di pericolo che si possono incontrare nel traffico.

L’associazione Happy Trail mtb  ha il suo punto di incontro al campo scuola di Casa Maggio, a Porretta Terme dove ha il percorso didattico all’interno della struttura, un’area delimitata e sicura, con  spogliatoi e docce a disposizione a pochi metri.

Siamo Scuola di Ciclismo riconosciuta dalla Federazione Ciclistica Italiana ed il nostro programma didattico segue le linee guida della Federazione.

Un momento delle nostre lezioni mtb per i più piccoli presso il nostro campo scuola di Porretta Terme

L’insegnamento è sempre curato da un maestro federale con l’accompagnamento eventuale di altri bikers dell’associazione. In ogni caso il rapporto è di 1 maestro/accompagnatore fino ad un massimo di 7 bambini di età inferiore ai 7 anni oppure di 1 maestro/accompagnatore fino ad un massimo di 10 bambini di età comprersa tra i 7 e i 14 anni.

L’uso del casco è sempre obbligatorio.

E’ previsto l’utilizzo del bike shuttle (pulmino 9 posti con porta bici) per escursioni e risalite meccanizzate.